Giù il sipario per Batasuna

40

FRANCIA – Bayonne. Batasuna, considerato in Spagna il braccio politico dell’Eta, ha annunciato il proprio scioglimento, il 3 gennaio; due mesi dopo che legalmente un’altra formazione politica indepentista, Bildu (Unirsi, in basco), è arrivata seconda alle elezioni regionali.

Batasuna, che ha dato l’annuncio in una conferenza stampa a Bayonne, in Francia, Paese in cui è una formazione politica legale, ha motivato la sua decisione con l’intento di voler spianare la strada ai separatisti baschi che operano all’interno del sistema politico iberico. Il partito era stato messo al bando dalla Spagna nel 2003 per presunti collegamenti con l’Eta, collegamenti che Batasuna ha sempre negato.

«Dobbiamo riconoscere che la fase politica in cui abbiamo creato Batasuna è giunta al termine. Con quella fase politica ormai chiuso,anche il tempo di Batasuna è finito», ha dettoJean-Claude Aguerre, leader del partito ai giornalisti.

L’Eta ha annunciato la fine della lotta nel 2011 dopo quattro decenni di violenza per l’indipendenza; quarant’anni che hanno lasciato sul terreno più di 800 morti. Il voto separatista basco è migrato verso Bildu, formazione politica indipendentista,, che ha vinto 21 dei 75 seggi nel parlamento basco, nelle elezioni dell’ottobre 2012.

Batasuna, fondato nel 2001 da membri di una precedente formazione separatista bandita da Madrid, ha voluto l’indipendenza per sette province basche, poste nel nord della Spagna e nel sud-ovest della Francia; l’Eta ha iniziato le sue operazioni in Spagna sotto la dittatura del generale Francisco Franco, quando la lingua e la cultura basca erano state soppresse. La regione dei Paesi Baschi in Spagna ora gode di un alto grado di autonomia economica e politica dal resto del Regno iberico.