Ankara arresta troppi giornalisti

38

USA – New York. 19/12/14. Il Comitato statunitense per la protezione dei giornalisti (CPJ) nella sua relazione speciale annuale, ha messo la Turchia al decimo posto di una classifica che conta i giornalisti detenuti.

Ankara sarebbe tra le prime ad avere il maggior numero di giornalisti in galera tra tutti i paesi analizzati. La maglia nera va alla Cina 44 giornalisti imprigionati. A seguire: Iran, Eritrea, Etiopia, Vietnam, Egitto, Siria, Birmania (Myanmar con il nome dato dalla giunta), l’Azerbaigian e la Turchia. Il maggior numero di giornalisti imprigionati in Turchia si è registrato nel 2013. Il CPJ sottolinea come la vicenda di Fethullah Gulen ha però peggiorato la situazione dal punto di vista degli arresti e detenzione di giornalisti turchi. Nel report si legge: «La Turchia è il peggior carceriere del mondo nel 2013, decine di giornalisti nel 2014 sono finiti in carcere, nel 2013 erano 7. Tuttavia, il 14 dicembre il giorno, secondo le notizie date dai media turchi numerosi altri giornalisti (così come produttori televisivi, autori televisivi e agenti di polizia) sono stati presi in custodia e accusati di complotto contro lo Stato».