Sulla Siria si decide in Giordania

70

GIORDANIA- Petra. 24/08/13. Una Fonte militare ha detto che le forze armate giordane, sono state allertate perché sarà proprio la Giordania a ospitare il summit a 10 sulla questione siriana.

La notizia viene da farsnews.com secondo cui la sua fonte è a conoscenza del fatto che il Presidente del Joint Chiefs of Staff, di Giordania, Meshal Zabin e il comandante del Comando Centrale degli Stati Uniti, Gen. Lloyd Austin si incontreranno in Giordania, nei prossimi giorni, alla presenza dei capi militari di dieci paesi.

Secondo un rapporto pubblicato dall’agenzia di stampa giordana “Petra”, afferma che, oltre al Capo di Stato Maggiore della Giordania sarà presente alla riunione, il presidente del Joint Chiefs of Staff statunitense Gen. Martin Dempsey e capi militari di: Regno di Arabia Saudita, Qatar, Turchia e Regno Unito, Francia e Germania Italia e Canada.

Secondo la stessa fonte, questo incontro sarà l’occasione per i paesi partecipanti, di discute in maniera amichevole di questioni relative alla sicurezza della regione e le implicazioni di attualità in particolare la crisi siriana e dei suoi effetti, nonché di discutere gli aspetti della cooperazione militare tra questi paesi e il Regno Hascemita di Giordania, al fine di conseguire e mantenere la sicurezza della Giordania. 

Da parte sua, il portavoce militare nella leadership delle Forze Armate giordane ha affermato che questo incontro è una continuazione di incontri bilaterali e multiple seguita da altri incontri e che continueranno in futuro volti a portare avanti il coordinamento tra i paesi partecipanti e valutare l’attualità e il loro impatto sulla sicurezza della regione.

Questa è la visione di una serie di esperti che i leader militari di questi paesi stanno cercando circa la possibilità di un intervento militare in Siria a beneficio dei gruppi armati per rovesciare il regime siriano, che affronta più di due anni da quando l’attacco armato gruppi takfirista e sostenuta a livello regionale che a livello internazionale.