Giochi di Dubai per il Nepal, in bici

59

di Redazione EAU-Dubai. 21/11/2016. Se non sapete cosa fare durante le vacanze di Natale, ma cominciate a pensarci, sappiate che c’è già chi ha programmato tutto e vi lascerà a bocca aperta. Secondo la testata The Nazional.ae, una coppia di ciclisti temerari hanno escogitato un nuovo modo per celebrare le feste natalizie, incoraggiando i residenti a donare giocattoli oramai inutilizzati ai bambini in Nepal. Si tratta di Olga Zolotova, 25 e Mohammad Khalaf, 29 entrambi residenti negli emirati, lei russa lui libanese, che hanno progettato un viaggio di 300 chilometri in bicicletta la vigilia di Natale nel deserto di Liwa di Abu Dhabi. Da fare tutto in 24 ore. Durante la 300 km i due giovani disegneranno Il confezioni regalo tra le dune. Il tutto sarà super sorvegliato e super postato grazie a un sistema di navigazione GPS con un’applicazione per il ciclismo mobile, ha spiegato alla testata Zolotova, marketing manager. «Poi» ha continuato «faremo condividere una foto del nostro percorso compiuto sui social media». Anche le biciclette sono state studiate per l’avventura si tratta di fatbikes da deserto, dotate di cerchioni speciali che hanno le ruote più grandi, per scalare le dune di Liwa, che possono arrivare fino a 500 metri di altezza. Zolotova non è nuova a questo genere di imprese. L’anno scorso, ha pedalato per 400 chilometri in 24 ore. Ha compiuto sette ultra-maratone in sette emirati in sette giorni. Nel mese di luglio, ha scalato il monte Kilimanjaro con Khalaf. Ma in questa avventura, la sfida più grande che la coppia dovrà affrontare non è di tipo fisico, ma di navigazione. «Una volta che abbiamo creato l’attuale percorso sulla mappa, dovremo seguirlo in tempo reale, senza soste o deviazioni a causa di GPS, che registrerà ogni mossa» ha spiegato Zolotova. «Se ci troviamo di fronte a un lago dobbiamo passare attraverso, e se ci troviamo di fronte una duna di 500 metri in verticale, dovremo attraversare anche quella». Promuovendo la sfida, la coppia spera di ispirare le persone a donare qualsiasi giocattolo non utilizzato che potrebbero avere una seconda vita in Nepal attraverso la Toy Run di Marwa Fayed. L’iniziativa nasce nel 2015 ed è stata istituita lo scorso anno da Omar Samra, un imprenditore egiziano con sede a Dubai, in memoria della sua defunta moglie, Marwa Fayed, che ha distribuito giocattoli agli orfanotrofi del Cairo. Khalaf e Zolotova hanno fatto in modo che l’iniziativa non infranga le leggi emiratine sulla raccolta fondi – come quella che vieta il passaggio di denaro da persona a persona-. Il primo successo per la coppia è arrivato con la notizia che il Corriere Aramex ha accettato di spedire 100 kg di giocattoli in Nepal gratuitamente. «Stiamo anche collaborando con la Mezzaluna Rossa per garantire che nessuna legge sia stato violata», ha detto Zolotova. «Facciamo questo percorso in bicicletta perché ci piace. Vogliamo solo la gente possa vedere che c’è una vita oltre pareti dell’ufficio e si tratta di una vita che non tutti viviamo a volte».
Per donare giocattoli indesiderati a Toy Run di Marwa Fayed, visita www.facebook.com/marwafayedstoyrun.