Navi giapponesi per Hanoi

53

VIETNAM – Hanoi 03/08/2014. Il Giappone fornirà al Vietnam sei navi da pattugliamento per aiutare gli sforzi di Hanoi tesi a rafforzare la sua presenza nel Mar Cinese Meridionale.

Lo hanno annunciato i due governi il 31 luglio. Il ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida ha firmato l’accordo di sovvenzione in aiuto con Bui Quang Vinh, ministro vietnamite della Pianificazione e degli Investimenti, nella capitale vietnamita. La sigla dell’accordo arriva nel momento in cui il Vietnam è impegnato in una disputa territoriale marittima con la Cina. Le navi saranno fornite al Vietnam entro la fine dell’anno, per un valore di 500milioni di yen, secondo i funzionari giapponesi. In un incontro con vice primo Ministro e ministro degli Esteri vietnamita, Pham Binh Minh, Kishida ha espresso l’intenzione del Giappone di assistere il Vietnam nell’aumentare la capacità della sua guardia costiera. Kishida e Minh hanno deciso di rafforzare la cooperazione per garantire la sicurezza marittima in quanto entrambi i paesi stanno affrontando la Cina e el sue rivendicazioni territoriali nei mari della Cina orientali e meridionali.
Minh ha accolto revisione della politica di sicurezza del Giappone, compresa la decisione del 1° luglio presa dal Gabinetto del Primo Ministro Shinzo Abe di permettere al Giappone di esercitare il proprio diritto di difesa collettiva. Secondo le fonti giapponesi, due delle sei navi sono della motovedette della Fisheries Agency, mentre quattro sono imbarcazioni commerciali da pesca; tutte sono di proprietà statale e hanno tra le 60 e le 800 ton di stazza; oltre alle imbarcazioni verranno concesse anche tutte le strumentazioni di salvataggio.