GIAPPONE. Varata la seconda portaerei nipponica

150

La seconda più grande portaelicotteri del Giappone, la Kaga, è entrata in servizio il 22 marzo, dando una maggiore capacità militare alla nazione capace di contrastare la crescente influenza della Cina in Asia.

«La Cina sta cercando di apportare modifiche nel Mar Cinese Meridionale con basi e attraverso atti che esercitano una pressione con cui sta modificando lo status quo, sollevando preoccupazioni per la sicurezza nella comunità internazionale», ha detto il vice ministro della Difesa Takayuki Kobayashi alla cerimonia del varo, ripreso Reuters.

Le due più grandi navi da guerra del Giappone dalla Seconda guerra mondiale, la Izumo e la Kaga, sono simboli potenti della spinta internazionale che sta dando il primo ministro Shinzo Abe alle forze armate del paese. Sono indicati come cacciatorpediniere porta-elicottero per rispettare i limiti di una costituzione che rinuncia alla guerra e vieta il possesso di armi offensive. Le navi giapponesi possono portare fino a nove elicotteri ciascuna, assomigliano ai cacciatorpedinieri che imbarcano mezzi d’assalto anfibi utilizzati dai marine americani, ma non hanno il ponte di lancio per i mezzi da sbarco.

Nel suo più grande show di potenza navale in acque straniere in più di 70 anni, il Giappone prevede di inviare la Izumo a maggio in un tour di tre mesi attraverso il Mar Cinese Meridionale.

La Cina sostiene la propria sovranità su quasi tutte le acque contese attraverso cui passano circa 5 miliardi di dollari di commercio globale via mare ogni anno; la crescente presenza militare di Pechino ha alimentato la preoccupazione di Tokyo e Washington, riporta PressTv.

Taiwan, Malesia, Vietnam, Filippine e Brunei sostengono anche che sezioni del Mare che ha fondali ricchi di petrolio e giacimenti di gas, siano proprie. Il Giappone non ha alcuna pretesa, ma sta vivendo un’altra disputa territoriale con la Cina su un gruppo di isolotti nel confinante Mar Cinese Orientale: le Senkaku o Diaouyu per la Cina.

L’aggiunta del Kaga significa che il Giappone sarà in grado di preparare operazioni all’estero molto più spesso in futuro. La Saga sarà ormeggiata a Kure, nel Giappone occidentale, che ha ospitato più famosa corazzata della Seconda guerra mondiale in Giappone, la Yamato. Il Izumo opera da Yokosuka vicino a Tokyo, che è anche il porto dove è ospitata la Settima Flotta Usa, e la portaerei Ronald Reagan.

Tommaso dal Passo