Ise: boom di turisti “religiosi”

53

GIAPPONE – Tokio. 20/12/13. Secondo la testata The Japan Times quest’anno è esploso il turismo religioso in Giappone. E per essere più precisi quello al tempio scintoista di Ise che quest’anno ha visto in ottobre completare il “shikinen sengu” (trasloco periodico del santuario) che viene ricostruito ogni 20 anni.

Il numero di fedeli che hanno affollato il santuario di Ise, Prefetura di Mie, ha superato, quest’anno, la soglia dei 10 milioni ed è la prima volta dai conteggi che si tengono dal 1896. Secondo Noboru Okada, professore presso l’Università Kogakkan specializza nella storia dei santuari shintoisti, il boom ricorda il periodo Edo, quando il santuario ha visto pellegrinaggi di massa da tutto il paese. I commercianti locali si sono affrettati a capitalizzare i milioni di visitatori, aprendo tutti i tipi di impianti in tutto il santuario e offrendo cibo e alloggio, ha detto Okada. I funzionari a Ise Jingu dicono che il santuario ha sempre attratto più visitatori negli anni in cui avviene il sengu shikinen. L’ultimo nel 1993 ha visto 8,4 milioni di visitatori. «In mezzo a tutta l’oscurità causata dalla crisi economica e il terremoto accaduto nel Grande Oriente del Giappone, la gente potrebbe essere alla ricerca di qualcosa in cui credere», ha sottolineato Akihito Tsutani, ricercatore senior presso la filiale Tsu della sede al Mie Institute Hyakugo Economic Research alla testata. «Molti di loro probabilmente vengono qui perché il santuario è considerato una fonte di energia mistica». Secondo The Japan Times è anche probabile che la popolarità del santuario è stata amplificata dalla copertura mediatica nazionale del trasferimento cerimoniale della struttura santuario, numerosi i servizi con la narrazione dei fatti sui giornali, in televisione e in altri media. Questo ha incuriosito molte persone che si sono interessate al tempio scintoista. Un altro fattore che ha contribuito all’aumento delle visite è stato il servizio di “visite guidate” a cura dei sacerdoti shintoisti offerti dal Club Tourism International Inc., un’agenzia di viaggi leader con sede a Tokyo. Un membro del personale presso l’agenzia ha detto che «molte persone visitano il santuario per conoscere il background storico del rituale». Più che di turismo religioso dunque si potrebbe parlare di turismo folcloristico. Eppure, secondo gli abitanti della zona, si respira un’aria di rinnovamento.

La città di Ise ha investito nella creazione di un ambiente privo di barriere sulle sue strade. Nuovi ascensori sono stati messi installati vicino all’ingresso del santuario, mentre le stazioni ferroviarie e i servizi igienici pubblici sono stati resi più accessibili alle persone su sedia a rotelle. I ristoranti e altre strutture sono state ammodernate Molti hanno adottato nuove brochure e menu che includono informazioni in inglese. Secondo il Hyakugo Economic Research Institute, la promozione del rituale scintoista e la popolarità conseguente del santuario ha favorito l’economia locale di una percentuale stimata ¥ 300.000.000.000. «Ise è una città che cambia con la celebrazione della sengu shikinen», ha dichiarato Hiroshi Nakamura, vice direttore della divisione pianificazione turistica della città. «Spero che questo spirito di ospitalità, che è in linea con le tendenze dei tempi, ci aiuterà a attirare più turisti».