Arrestata a Tokyo dirigente Toyota per droga

6

GIAPPONE – Tokyo 19/06/2015. Le autorità giapponesi hanno arrestato Julie Hamp, 55 anni, responsabile della comunicazione della Toyota, accusata di traffico di droga.

Lo riporta il canale televisivo nipponico Nhk il 19 giugno. L’arresto della Hamp (nella foto), cittadina statunitense, è avvenuto l’11 giugno, dopo che aveva ricevuto un pacchetto che contiene 57 pillole di Ossicodone, all’aeroporto Narita di Tokyo.

Hamp è stata assunta da Toyota Motor North America tre anni fa, precedentemente aveva lavorato cinque anni alla PepsiCo e, prima ancora, 25 anni alla Gm. La Hamp ha sempre affermato di non sapere che il farmaco sia sottoposto a speciali autorizzazioni in Giappone. Le pillole sono state impacchettate e poste tra bigiotteria di diversa forma, ed erano state etichettate come collana. Le autorità nipponiche ora sono alla ricerca di chi ha inviato il pacchetto dalla California, e intende accertare se la Hamp usi simili antidolorifici.

La dirigente Toyota er arrivata a Tokyo nel mese di aprile, come amministratore delegato per la comunicazione aziendale. L’ossicodone è un farmaco analgesico oppiaceo sintetico, legale in Giappone, ma il cui uso è strettamente limitato; le pillole sono comunemente usate per alti livelli di dolore nei pazienti affetti da cancro. Portare la sostanza in Giappone è ufficialmente vietato. L’importazione è consentita solo dopo aver ottenuto il permesso del governo sulla base di un certificato medico in cui si attesta che la sostanza sarà usata per un trattamento medico. Anche nei casi in cui è stato concesso il permesso, non può essere inviata per posta.