GIAPPONE. Tokyo farà volare gli F35 dalle sue portaelicotteri. Pechino minaccia

424

Il piano del Giappone di trasformare i suoi due cacciatorpediniere portaelicotteri della classe Izumo in portaerei sta preoccupando Pechino. Il ministero degli Affari esteri cinese ha detto che una simile decisione non è un semplice miglioramento delle loro capacità di combattimento, ma potrebbe cambiare efficacemente l’uso delle navi da guerra nipponiche portandola da sistema di autodifesa a mezzi di espansione militare. 

Il Ministero di Pechino, inoltre, ha avvertito che se Tokyo intendesse iniziare una corsa alle armi, potrebbe rischiare di mettere in dubbio il recente disgelo tra le due nazioni.

«Fare una mossa aggressiva come questa, potrebbe spingere il paese a ripetere la sua storia militaristica», riporta il tabloid cinese Global Times. I legami tra Cina e Giappone sono stati ripristinati dopo la visita del primo ministro giapponese Shinzo Abe a Pechino lo scorso ottobre.

I cacciatorpediniere portaelicotteri di classe Izumo sono ora i più grandi mezzi da combattimento di superficie della Forza Marittima Giapponese di Autodifesa dalla Seconda guerra mondiale, le due navi hanno una forte somiglianza con le portaerei convenzionali, riporta Asia Times.

La sua ammiraglia è stata varata a Yokohama nel 2013 con missioni chiave dichiarate, tra cui la guerra antisommergibile, la sorveglianza delle zone di confine e il rapido dispiegamento di truppe e materiali per il soccorso in caso di calamità. Due delle navi, la Izumo e la Kaga, sono già in servizio, due sono in costruzione e due sono solo progettate. I cacciatorpediniere di questa classe possono trasportare un equipaggio di 970 uomini e un massimo di 28 elicotteri con armamenti, compreso il sistema di armamento ravvicinato Phalanx di Raytheon contro missili ed elicotteri antinave. 

Il Giappone ne inserirà l’uso nelle sue prossime linee guida della Difesa nazionale, ha annunciato il ministro della Difesa nipponica  Takeshi Iwaya. Il titolare della difesa da poco insediato ha anche detto che i due vascelli, riadattati, avrebbero trasportato i caccia stealth F-35B, capaci di decolli e atterraggi verticali.

Il Giappone ordinerà altri 100 caccia F-35, compresi l’F-35A e l’F-35B, da Lockheed Martin, riporta Nikkei Asian Review: il governo giapponese prevede di approvare l’acquisto a metà dicembre, aggiungendoli ad un ordine già previsto di 42 jet.

Antonio Albanese