Riaprono le scuole nel Kyushu

8

GIAPPONE – Tokyo 11/05/2016. Molte scuole della prefettura di Kumamoto nel Kyushu, sud del Giappone, hanno riaperto i cancelli 9 maggio, quasi un mese dopo essere state colpite dal primo di una serie di forti terremoti.

Ben 62 scuole primarie e secondarie, riporta la stampa nipponica, Riapronole scuole in sei città, tra cui Mashiki e Minamiaso, epicentro dei due terremoti più potenti che hanno scosso la regione, hanno aperto e altri 111 istituti scolastici riapriranno in settimana. Alcune di queste scuole dovranno ospitare temporaneamente gli studenti delle scuole i cui locali sono stati distrutti completamente o parzialmente, anche se è chiaro che tutti gli studenti riprenderanno le lezioni in settimana, dopo quasi mese di stop. Circa 1.000 persone, evacuate e ricoverate in quattro scuole a Mashiki, sarannno spostate in palestre e altre strutture all’interno delle scuole per consentire agli studenti di utilizzare le aule. Oltre 400 delle 614 scuole a Kumamoto sono state chiuse a causa dei terremoti poiché molte hanno subìto danni strutturali e sono rimaste senza acqua ed elettricità. Il 14 aprile, come si ricorderà, a Kumamoto si è registrato un terremoto di magnitudo 6,5, che ha innescato una serie di onde sismiche, di cui una di magnitudo 7.3 che ha colpito l’area due giorni dopo e ha causato una distruzione ancora maggiore, interessando anche la vicina città di Oita. Le scosse hanno fatto 50 vittime oltre a lasciare circa 12.000 edifici a rischio di crollo, e danneggiato le infrastrutture di base della zona.