Ottimismo moderato per gli imprenditori giapponesi

49

GIAPPONE – Tokio. 04/01/14.  Gli amministratori delegati delle aziende giapponesi sono ottimisti. Oltre il 60 per cento delle 30 principali aziende prevede che l’economia della nazione continuerà a recuperare.

A darne notizia la testata Yomiuri Shimbun. Nel sondaggio 29 intervistati vedono l’economia in recupero. Per quanto riguarda le prospettive economiche per i prossimi sei mesi, 19 hanno risposto che vi sarà un moderato recupero. Gli altri hanno parlato di stabilizzazione o di netto peggioramento. Per quanto concerne invece, l’aumento delle tasse al consumo, avvenuto ad aprile, gli  intervistati ha detto che le loro aziende non subiranno effetti negativi, mentre altri sette hanno previsto un impatto negativo. Tre amministratori delegati hanno invece parlato di sofferenza come diretta conseguenza dall’aumento delle tasse. Alla domanda quali misure l’amministrazione del primo ministro Shinzo Abe e la Banca del Giappone dovrebbe dare la priorità, 19 hanno chiesto la rapida attuazione della strategia di crescita del governo e 15 hanno parlato di un taglio del tasso dell’imposta sulle società effettiva. Quattordici hanno esortato il governo e la banca centrale ad attuare riforme normative e istituzionali. I risultati dell’indagine indicano che gli alti funzionari delle società più importanti del Giappone nutrono grandi speranze per la cosiddetta terza freccia della politica economica Abenomics. Per quanto riguarda la possibilità di un reale tasso di crescita economica per il 2014, la maggior parte ha detto che la tendenza sarà intorno allo 0,5%. (12 intervistati). Nove pensano che sarà intorno all’1 per. Solo in pochi hanno osato un 2%. 

Alla domanda quando l’economia uscirà dalla deflazione, 12 funzionari su 30 ha detto che prevede l’uscita dalla deflazione nella seconda metà dell’anno. Quasi la metà degli intervistati prevede che l’amministrazione a raggiungere l’obiettivo entro l’anno.