A pesca di detriti nello spazio

67

GIAPPONE – Tokyo 27/01/2014. L’Agenzia spaziale giapponese ha ordinato ad una ditta produttrice di reti da pesca di creare una rete extra-strong per raccogliere la spazzatura spaziale. 

Il progetto coinvolge  i più famosi ingegneri e designer nipponici. Si tratta, in pratico, di realizzare una rete lunga circa un chilometro, larga 30 centimetri per pulire l’orbita vicino alla Terra da 100 milioni di piccoli detriti. La rete sarà costituita da tre strati di fibre metalliche intrecciate per renderla super forte. 

Verrà creato un campo magnetico creato artificialmente per attrarre e raccogliere i detriti. Le prove si terranno a febbraio 2014. La missione è prevista per il 2016.