Difesa nippo-indonesiana

37

INDONESIA – Giacarta 19/03/2015. Il Giappone firmerà un accordo di difesa con l’Indonesia la prossima settimana.

Lo hanno annunciato i governi il 19 marzo; si tratta dell’ultimo sforzo di Tokyo per creare legami più stretti nel settore della sicurezza con i paesi del sud-est asiatico e costruire un contrappeso geopolitico alla Cina. Il Giappone ha già rafforzato partnership militari con le Filippine e il Vietnam, i due paesi più in contrasto con la Cina sul Mar Cinese Meridionale mentre il Giappone è parte del contrasto con la Cina sulle Senkaku/Diaoyou, isole disabitate nel Mar Cinese Orientale. Il presidente indonesiano Joko Widodo visiterà Tokyo la prossima settimana e firmerà l’accordo con il primo ministro giapponese Shinzo Abe sul rafforzamento della cooperazione nel campo della formazione militare e la tecnologia. Attualmente, i due paesi hanno solo un accordo per lo scambio di studenti militari. Anche se sarà un accordo non vincolante, è visto come il primo passo per rafforzare i legami della difesa. Un funzionario del ministero degli Esteri giapponese ha detto che il viaggio di Widodo invierà un “grande messaggio” in quanto questa sarà la sua prima visita di Stato al di fuori del sud-est asiatico. Il governo indonesiano ha detto che il patto di difesa è «molto significativo» per entrambe le nazioni. Per il Giappone, legami più stretti con l’Indonesia potrebbero anche dare risultati, nel settore della difesa, per competere meglio contro la Corea del Sud. Widodo si recherà anche in Cina, che ha già un accordo di difesa con l’Indonesia, subito dopo il Giappone. L’Indonesia, il più grande paese del Sud-Est asiatico, si è, de facto, auto-nominato un “sensale riconosciuto” nelle dispute territoriali tra i suoi vicini e la Cina sul Mar Cinese Meridionale. Tokyo non ha rivendicazioni territoriali nel Mar Cinese Meridionale, ma si preoccupa del possibile isolamento commerciale creato da una massiccia presenza cinese nell’area.