GIAPPONE. Il Natale nel paese del Sol Levante

51

di Anna Lotti GIAPPONE – Tokyo 23/12/2016. Il Natale in un paese scintoista e buddista come il Giappone si festeggia in maniera particolare: luminarie spettacolari, e cene sono l’adattamento generico della festa cristiana. Le celebrazioni iniziano dai primi di novembre a Tokyo con un’esplosione di luce e di colore: migliaia di lampadine decorano le strade e coprono ogni angolo della capitale giapponese.
Quest’anno, campeggia nella città una sfera gigante di luce con un diametro di sei metri che appare come uno strano pianeta, nella zona in cui più di 180000 lampadine creano un tappeto apparentemente infinito di luce oltre 2000 metri quadrati.

Nei quartieri centrali della città, il numero di luci è significativamente più alto: alberi ed edifici a Marunouchi sono decorati con un milione di led; a Roppongi gli alberi sono decorati con 1,2 milioni di lampadine rosse. Il 24 dicembre e il 25 dicembre sono gironi lavorativi come gli altri, ma le coppie giapponesi escono per delle tradizionali e romantiche cene, riporta Efe, in un paese dove i cristiani costituiscono appena 1,5 per cento della popolazione. Il maggiore adattamento del Giappone alle vacanze di Natale è in parte attribuibile ai sempre più stretti legami del paese con i paesi occidentali: anche se i ricavi delle feste di Natale non raggiungono i livelli di quelli di San Valentino o Halloween, il Giappone rappresenta un mercato enorme; ad esempio i dati mostrano che il business della torta di Natale, per esempio, vale 40 miliardi di yen.