GIAPPONE. Il grande tonfo commerciale di Tokyo

99

Il Giappone ha registrato un deficit commerciale di 1,64 trilioni di yen  nel 2019, segnando il suo secondo saldo annuale negativo consecutivo, in aumento del 34,2% rispetto al 2018.

Stando ai dati del governo, ripresi da Efe, le esportazioni giapponesi sono scese del 5,6 per cento su base annua nel 2019 a 76,9 trilioni di yen, il primo calo annuale dal 2016, secondo il rapporto intermedio pubblicato dal ministero delle Finanze giapponese. Lo scorso anno le spedizioni di macchinari elettrici legati al settore telefonico sono diminuite significativamente del 22,8 per cento, quelle di motocicli e motociclette del 20,7 per cento e quelle di macchine tessili del 15,3 per cento.

Anche le importazioni del Paese sono diminuite del 5 per cento a 78,6 miliardi di yen, con una riduzione del 12,1 per cento nell’acquisto di combustibili minerali, soprattutto petrolio (-10,5 per cento), prodotti petroliferi (-25,9 per cento) e gas di petrolio liquefatto (-23 per cento). Per paesi: il Giappone ha registrato un deficit di 3,76 trilioni di yen con la Cina, il suo principale partner commerciale, con un aumento del 14,1 per cento su base annua.

Con la più grande economia del mondo e il suo secondo partner commerciale, gli Stati Uniti, il paese asiatico ha registrato un surplus di 6,62 trilioni di yen lo scorso anno, il 2,6% in più rispetto al 2018. Con l’Unione Europea, il terzo partner commerciale per importanza, il Giappone ha registrato un deficit di 756 miliardi di yen nel 2019, con un aumento del 48,5% rispetto all’anno precedente.

Con il Brasile, il Paese asiatico ha ampliato il suo deficit del 43,5 per cento a 458 miliardi di yen, mentre il saldo negativo con il Cile è sceso dell’11,9 per cento a 511 miliardi di yen. Tuttavia, il Giappone ha raggiunto un surplus commerciale con il Messico di 505 miliardi di yen, anche se la cifra è stata inferiore del 13,3 per cento rispetto all’anno precedente.

Il governo giapponese ha inoltre pubblicato i dati provvisori per il dicembre 2019, quando il Paese ha registrato un deficit commerciale di 152 miliardi di yen, quasi il triplo di quello di novembre. Le esportazioni giapponesi sono diminuite nell’ultimo mese del 2019 del 6,3 per cento su base annua a 6,58 trilioni di yen, mentre le importazioni sono diminuite del 4,9 per cento a 6,73 trilioni di yen.

Tommaso dal Passo