Tokyo presta gli aerei a Manila

13

FILIPPINE – Manila 10/03/2016. Manila affitterà cinque aerei militari dal Giappone per pattugliare le acque rivendicate dalle Filippine nel Mar Cinese Meridionale.

Lo ha annunciato il presidente Benigno Aquino il 9 marzo. Il leasing dei velivoli TC-90 (nella foto) fa parte degli sforzi del governo per proteggere il territorio filippino: «Anche quest’anno (…) è stato rinnovato il contratto di locazione di cinque dei velivoli da addestramento nipponici TC-90 per aiutare la nostra marina a pattugliare il nostro territorio, in particolare il Mar occidentale delle Filippine», ha detto Aquino in un discorso tento in una base aerea vicino a Manila. «Questi mezzi supplementari fanno parte del nostro piano 2028, volto a migliorare la capacità della nostra forza aerea per difendere il nostro territorio», ha aggiunto Aquino.

Il Mar occidentale delle Filippine è il confine con le aree del Mar Cinese Meridionale che Manila rivendica come parte del territorio delle Filippine, comprese isole e scogli nelle isole Spratly su cui è presente Pechino.

Le tensioni nel Mar cinese meridionale, attraverso il quale passa un terzo del petrolio mondiale, son aumentate negli ultimi mesi da quando la Cina ha trasformato le Spratly in isole artificiali in grado di avere strutture militari. La Cina, infatti, rivendica tutte le isole Spratly, comprese quelle attualmente occupate dalle Filippine. Brunei, Malaysia, Taiwan e Vietnam avanzano pretese nell’area.

La Maritime Self-Defence Force del Giappone ha usato il TC-90, una versione modificata del King Air C90 prodotto dalla statunitense Raytheon Aircraft Co, come aerei da addestramento. L’annuncio di Aquino ha seguito la firma di un accordo nel 2015 con Tokyo per il trasferimento di equipaggiamenti per la difesa a Manila.