GIAPPONE. Elicotteri USA sulle scuole di Okinawa

85

Il Giappone ha fortemente criticato l’esercito statunitense, il 19 gennaio, per aver infranto la promessa fatta alle autorità nipponiche di non far volare elicotteri sopra una scuola vicino alla sua base a Okinawa.

Secondo quanto riporta Reuters, la scuola accanto alla base di Futenma sull’isola meridionale di Okinawa, è diventata un punto nodale per focalizzare il malcontento sulla presenza degli Stati Uniti sull’isola, da quando, sopratutto, è caduto un finestrino di un elicottero dei Marines degli Stati Uniti sul parco giochi della scuola lo scorso dicembre.

I Marines avevano accusato il personale addetto a terra dell’incidente di non essere riusciti a fissare correttamente il finestrino e avevano promesso di volare intorno alla scuola in futuro.

Una serie di recenti incidenti aerei, tra cui la caduta del finestrino e due atterraggi d’emergenza di elicotteri avvenuti a gennaio, hanno spinto le autorità di Okinawa a nuovi appelli affinché gli americani chiudessero alcune o tutte le loro basi. «È inaccettabile. Vorremmo che gli Stati Uniti lo facessero», ha dichiarato il Ministro della Difesa giapponese Itsunori Onodera.

Il suo ministero ha avuto prove inequivocabili del sorvolo della scuola, avvenuto il 18 gennaio, inclusi dati radar e video, che aveva sia dato ai Marines che alla stampa, ha detto Onodera.

I Marines hanno insistito sul fatto che i loro elicotteri avevano evitato la scuola.

«I piloti dei voli di ieri erano a conoscenza della posizione della scuola e l’hanno evitata, e Marine Corps Air Station Futenma ha confermato utilizzando dati radar di monitoraggio e interviste ai piloti, che nessun mezzo aereo del Marine Corps ha sorvolato la scuola ieri», riporta un comunicato dei Marines Usa. Insegnanti e studenti della scuola elementare hanno condotto in questi mesi esercitazioni regolari per evacuare il parco giochi in caso di caduta di parti di aerei.

Situata strategicamente ai margini del Mar Cinese Orientale, Okinawa ospita circa 30.000 militari che vivono e lavorano in alcune basi che coprono un quinto dell’isola. Okinawa è stata sotto occupazione statunitense fino al 1972.

Tommaso dal Passo