GIAPPONE. Businessman nipponici alle Curili senza visto russo

146

di Anna Lotti RUSSIA – Mosca 12/12/2016. La durate triennale dei visti russi per i businessman giapponesi potrebbe essere aumentata a cinque anni, secondo quanto riporta Asahi Shimbun.

In precedenza, il quotidiano Yomiuri Shimbun aveva riportato che il Giappone stava cercando di ampliare gli scambi senza visti con la Russia includendo rappresentanti economici giapponesi nella lista delle persone ammissibili. Attualmente, solo i cittadini giapponesi che in precedenza avevano vissuto sulle isole contese di Shikotan, Habomai, Iturup e Kunashir, o i loro parenti, possono visitare la zona senza un visto russo. Yomiuri Shimbun riportava la scorsa settimana che l’esenzione dal visto per le quattro isole Curili del Sud potrebbe essere consentito anche agli uomini d’affari giapponesi, per rafforzare i miglioramenti economici comuni nell’area.
Asahi Shimbun poi ha aggiunto che l’allentamento del regime dei visti tra il Giappone e la Russia è nell’interesse di Mosca che potrebbe contribuire così a rafforzare i legami economici bilaterali.

Va ricordato che già agli inizi di dicembre, il ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida aveva detto che le misure sulla semplificazione del regime dei visti tra la Russia e il Giappone avrebbero potuto essere annunciate durante la visita del presidente russo Vladimir Putin in Giappone. Putin dovrebbe visitare il Giappone il 15 dicembre e i due paesi dovrebbero firmare una serie di accordi in una vasta gamma di settori, tra cui economia, cultura, scienza e questioni umanitarie, riporta Sputinik.