Benzina aerea dalle piante per JAL

10

GIAPPONE – Tokyo 17/01/2016. La Japan Airlines (Jal) sta costruendo il primo impianto del paese per trasformare i rifiuti in combustibile.

L’impianto è situato nella Prefettura di Chiba, e dovrebbe essere operativo nel 2020. La Jal ha iniziato a lavorare con la Japan Aerospace Exploration Agency, Toyo Engineering e altri partner su un progetto per l’impianto, che dovrebbe costare poco meno di 5 miliardi di yen (45 milioni di dollari). L’impianto utilizzerà idrogeno e monossido di carbonio generati in un impianto di smaltimento dei rifiuti a Chiba attraverso agenti catalitici. Il prodotto verrà miscelato con cherosene, dopo che Jal riceverà la necessaria approvazione, per l’uso nei voli come carburante. La compagnia aerea prevede di utilizzare il nuovo carburante durante le Olimpiadi 2020 di Tokyo. Tal intende poi scegliere, riporta Nikkei, una società che commercializzi la nuova tecnologia, la cui produzione su larga scala potrebbe abbassare il prezzo del carburante a base di rifiuti a circa 120 dollari al barile, al pari del kerosene. La rivale di Jal, Ana Holdings, All Nippon Airways, ha annunciato l’intenzione di commercializzare un combustibile a base di alghe, entro il 2020, in collaborazione con Euglena. L’industria del trasporto aereo ha accettato di bloccare le emissioni di anidride carbonica entro il 2020. L’accordo ha portato molte aziende in tutto il mondo ad adottare combustibili vegetali alternativi. Perché le piante assorbono l’anidride carbonica mentre crescono, vengono utilizzate come materie prime perché non contribuiscono ad aumentare le emissioni.