Kingston punta sul cotone

37

GIAMAICA – Kingston 31/01/2015. Il governo giamaicano ha annunciato un piano per rilanciare e sviluppare l’industria del cotone, con l’obiettivo di toccare i 5.000 ettari di cotone in produzione entro i prossimi quattro anni.

La Jamaica Agricultural Development Foundation ha annunciato in un comunicato che la superficie coltivata a cotone dovrebbe aumentare passando dagli attuali 300 ettari a circa 800 ettari per la fine del 2016. «A un settore che è in grado di creare 15mila nuovi posti di lavoro e in grado di generare quasi 1 miliardo di dollari di entrate in valuta estera deve essere dato tutto il supporto necessario» ha detto il ministro dell’Agricoltura, del Lavoro e della Previdenza Sociale, Derrick Kellier. Kellier ha detto che la rivitalizzazione del settore West Indian Sea Island Cotton aiuterà l’economia della Giamaica, in virtù della qualità superiore della materia prima. «Capisco che non vi è quasi alcuna concorrenza da parte di altri paesi. Non è un prodotto che può essere facilmente rovinato, si può ricavarne parecchio ed è ideale per creare valore economico» ha detto il Ceo della amaica Agricultural Development Foundation, Vitus Evans.
Evans ha poi detto che la Fondazione è in trattative con la Caribbean Broilers per una possibile espansione del settore in Giamaica per soddisfare la domanda di Svizzera, Giappone, Stati Uniti, Italia e Regno Unito.