GERMANIA. Recessione tedesca causata dal coronavirus

63

La produzione tedesca è diminuita del 2,2% nel primo trimestre del 2020, come hanno dimostrato i dati ufficiali usciti il 15 maggio, quando la pandemia di coronavirus ha fatto precipitare l’economia europea in una recessione di ampie proporzioni.

La contrazione trimestrale è «la peggiore dalla crisi finanziaria» del 2009, ha detto l’ufficio federale di statistica Destatis.

L’agenzia ha anche rivisto il suo prodotto interno lordo, Pil, per l’ultimo trimestre del 2019, passando da una crescita zero a una contrazione dello 0,1%, il che significa che la Germania ha ora sperimentato due trimestri consecutivi di contrazione, si tratta della definizione tecnica di recessione, riporta Afp.

Il mese scorso il ministro dell’Economia tedesco Peter Altmaier aveva avvertito che il Paese stava affrontando “la peggiore recessione” della storia del Dopoguerra, mentre la pandemia colpiva l’economia globale. Come altri paesi europei, la Germania ha chiuso fabbriche, negozi e ristoranti, costringendo molti lavoratori a rimanere a casa per frenare il dilagare dell’epidemia di metà marzo.

Anche la Germania, la cui economia dipende dalle esportazioni, è duramente colpita, poiché il commercio internazionale e i viaggi sono ridotti all’osso.

«I consumi privati, le esportazioni e gli investimenti in attrezzature si sono ridotti notevolmente di conseguenza», ha detto il ministero dell’Economia tedesco in un comunicato.

È probabile che il secondo trimestre del 2020 mostri un crollo ancora maggiore prima dell’inizio della ripresa, ha aggiunto il comunicato ripreso dal sudafricano Times Live.

Il consumo statale e l’industria delle costruzioni sono stati gli unici motori di crescita nei primi tre mesi dell’anno: «Due settimane di blocco e le interruzioni della catena di fornitura a causa delle misure di blocco adottate altrove hanno messo in ginocchio l’economia tedesca”, ha detto l’economista di Ing-Diba Carsten Brzeski, riportato dalla testata sudafricana.

Alcuni esperti hanno previsto che l’economia tedesca potrebbe contrarsi di circa il 10% tra aprile e giugno. 

Maddalena Ingroia