Aumenta la povertà infantile in Germania

30

GERMANIA – Berlino 14/09/2016. Quasi due milioni di bambini e adolescenti in Germania provengono da famiglie che hanno ricevuto l’assistenza sociale nel 2015.

Secondo uno studio condotto dalla Fondazione Bertelsmann, il 13,2 per cento dei minori di età inferiore ai 18 anni, vivono in povertà, un aumento del 0,4 per cento rispetto al 2011. Nel comunicato si legge, «Il nostro nuovo studio mostra che le attuali politiche sociali non sono sufficienti per evitare la povertà infantile»; i bambini con due o più fratelli tendono ad essere i più colpiti dalla povertà, riporta lo studio. Rispetto ai bambini della stessa età provenienti da famiglie con redditi regolari, i bambini provenienti da famiglie che hanno ricevuto prestazioni sociali sono stati hanno più probabilità di soffrire d’isolamento e di avere problemi di salute. In questo contesto, i bambini poveri in genere non hanno una propria cameretta, fatto che porta ad una mancanza di privacy; le loro abitudini alimentari sono spesso malsane. I risultati dello studio sono simili alle precedenti relazioni della Bertelsmann presentati nel marzo e maggio 2015; la Fondazione sottolinea che, ad oggi, le conseguenze a lungo termine della povertà infantile non sono stati sufficientemente studiate.
L’attuale sistema di assistenza sociale, per la Bertelsmann non prende in considerazione le esigenze specifiche dei bambini.