Berlino: 100 formatori e armi per i peshmerga curdi

47

GERMANIA – Berlino. 31/01/15. La Germania, riferisce l’agenzia di stampa BAS NEWS, nel mese di febbraio, invierà più razzi alle forze peshmerga curde. L’agenzia di stampa cita come fonte il ministro della Difesa tedesco. Inoltre, il parlamento tedesco a maggioranza assoluta, 457 i sì sui 590 aventi diritto, ha votato per inviare istruttori nel Kurdistan iracheno.

Questo nonostante l’opposizione dei partiti di sinistra che sostengono che la missione sia incostituzionale. Il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen ha annunciato in un’intervista televisiva, che la Germania fornirà armi più pesanti e munizioni ai curdi. In precedenza i curdi hanno chiesto alla comunità internazionale di fornire loro più armi per combattere ISIS. Secondo il ministro della Difesa tedesco la lotta dei curdi è anche nell’interesse della Germania. I formatori in partenza per l’Iraq sono 100.
Secondo la Costituzione della Germania l’esercito può essere implementato solo in una missione collettiva su mandato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, la NATO, o sotto la bandiera dell’Unione europea. Il ministro della Difesa von der Leyen, dice di voler implementare ulteriormente e assiste i curdi, dal momento che ai «Peshmerga fondamentalmente manca tutto», ha detto il politico. Le forze peshmerga soprattutto hanno bisogno di munizioni per fucili d’assalto e razzi.