La Bundeswehr, trainer dei jihadisti?

57

GERMANIA – Berlino 09/03/2015. L’8 marzo, l’intelligence militare tedesca Militärgeheimdienst, per bocca del suo capo, Christof Gram, ha espresso i suoi timori che i futuri jihadisti possano utilizzare il servizio di leva e le istituzioni militari delle forze armate in Germania per la formazione, prima di andare ad unirsi ai jihadisti in Siria e in Iraq.

«Vediamo il rischio che la Bundeswehr possa essere utilizzata come un “campo di addestramento” dagli islamisti», ha detto Gram in una intervista uscita sull’edizione domenicale di Die Welt, Welt am Sonntag. Gran ha poi detto che è necessario effettuare un controllo approfondito dei coscritti se ci sono dubbi sulla fedeltà dei futuri soldati del Bund.
Secondo Gram, le autorità tedesche stanno attentamente monitorando i social delle comunità musulmane locali incrociandole con i jihadisti presenti in Iraq e Siria: oltre 600 tedeschi di cui circa 20 ex militari, si sono uniti a Isis, ha detto Gram. Circa 70 jihadisti tedeschi poi sono morti e almeno dieci sono stati i “martiri” suicidatisi in combattimento mentre circa 180 persone sono tornate dalle zone di combattimento, costituendo una possibile minaccia per la radicalizzazione di altri musulmani e per l’esecuzione di atti terroristici.