Da Kobani ad Amburgo: ISIS vs curdi

46

GERMANIA – Amburgo 09/10/2014. Scontri tra curdi e supporter dello Stato islamico hanno insanguinato le strade di Amburgo e Celle.

Una serie di manifestazioni pacifiche contro lo Stato islamico organizzate da cittadini curdi in alcune città tedesche hanno dato luogo a scontri con gruppi di musulmani filo jihadisti ad Amburgo e Celle. La polizia di Amburgo, città portuale di 1,8 milioni di persone, ha dovuto usare cannoni ad acqua, manganelli e spray al pepe la sera del 7 ottobre per spezzare gli scontri tra curdi e musulmani pro-jihadisti, armati di coltelli e corpi contundenti, durante una manifestazione a sostegno della resistenza di Kobani. In precedenza, circa 80 manifestanti curdi avevano occupato la stazione ferroviaria centrale di Amburgo per un’ora, lasciandola popi verso le 18, stando a quanti riporta NDR.de e la polizia. Successivamente, un gruppo di circa 500 curdi ha marciato attraverso il centro di Amburgo, danneggiando auto e bar gestiti dai turchi, tanto che la polizia ha arrestato 14 manifestanti. Più tardi, diverse centinaia di manifestanti curdi si sono riuniti nei pressi della moschea di Al Nour su Steindamm strasse, vicino alla stazione ferroviaria della città. Verso le 23:30 ora locale (21:30 GMT), i curdi sono stati attaccati da un gruppo di circa 40 sostenitori armati dello Stato islamico. Negli scontri restano feriti gravemente quattro persone con ferite da arma da taglio. Le proteste curde anti Isis si sono svolte nelle città settentrionali della Germania dal 6 ottobre a Brema, Celle, Göttingen, Hannover, Kiel e Oldenburg. Nella maggior parte delle città, si è trattato di proteste pacifiche, tranne che a Celle dove la polizia non è riuscita ad evitare gli scontri avvenuti per ben due giorni di fila. Alcuni dei musulmani che hanno preso parte agli scontri di Celle erano “cittadini ceceni” secondo la Cellesche Zeitung.