GERMANIA. I migranti parlano prevalentemente tedesco

81

L’Ufficio federale tedesco di statistica riporta che, nella maggior parte delle famiglie in cui almeno una persona sia stato un migrante, si parla principalmente tedesco. In questo tipo di studio, infatti, anche l’origine dei membri della famiglia gioca un ruolo importante nella definizione del campione, riporta Die Welt.

Simili risultati stano facendo discutere per via della tematica sociopolitica dell’integrazione nella società tedesca dei migranti divenuti residenti regolari.

L’Ufficio federale di statistica ha annunciato che, secondo i dati raccolti, il 56 per cento di tutte le famiglie in cui almeno un componente ha radici straniere, parla per lo più in tedesco.

Tuttavia, quando più persone con medesime origini non tedesche, vivono in un ambiente familiare, tendono di meno a parlare tedesco l’un l’altro. Alto dato interessante è il seguente: nell’89 percento delle famiglie dove solo un solo membro ha origini straniere, si tende a parlare principalmente in tedesco. 

La situazione è diversa quando tutte le persone hanno un passato legato alla migrazione: in questo caso solo il 40% di queste famiglie parla tedesco all’interno del nucleo familiare. È anche decisivo un altro dato: quello relativo al quanto tempo le persone hanno vissuto in Germania. Nelle famiglie in cui tutti hanno radici straniere, parlano più tedesco quelli che da più tempo vivono in Germania.

A parte il tedesco, la lingua più usata in famiglia è il turco, seguito dal russo, dal polacco e dall’arabo.

Anche l’origine dei membri della famiglia gioca un ruolo importante. Pertanto, secondo l’Ufficio federale di statistica, circa il 4% delle famiglie in cui tutte le persone hanno origini siriane parla prevalentemente tedesco. 

La proporzione è più alta quando i membri delle famiglie hanno radici turche (34%) o russe (50%).

L’indagine è stata realizzata da Microcensus 2017. Il microcensimento è un sondaggio campione, che raccoglie circa l’1% della popolazione tedesca ogni anno. I dati sono estrapolati. Una persona ha un background migratorio se essa stessa o almeno un genitore non sono nati con la cittadinanza tedesca.

Antonio Albanese