GERMANIA. Fuori legge i Biker di Allah

167

Il ministero degli Interni tedesco ha vietato il 10 luglio tutte le attività della banda di motociclisti nazionalisti turchi Osmanen Germania a.C. (Germania Ottomana) per il suo presunto coinvolgimento in crimini organizzati che costituiscono una minaccia per il paese.

Il divieto si basava sulle informazioni ottenute nell’ambito di un’indagine partita il 13 marzo contro la banda di motociclisti, volta ad acquisire informazioni più precise sull’orientamento del gruppo. «Ancora una volta il governo federale e gli stati federali hanno dimostrato di combattere con decisione tutte le manifestazioni della criminalità organizzata in Germania. Questo vale naturalmente anche per i gruppi organizzati come le bande di motociclisti come “Osmanen Germania BC”, i cui membri commettono gravi crimini», ha detto Horst Seehofer in un post pubblicato sull’account ufficiale Twitter del ministero dell’Interno.

«Chiunque respinga lo Stato di diritto non può aspettarsi da noi alcuna indulgenza», ha aggiunto il Ministro tedesco.

Nella conferenza stampa in cui ha illustrato il bando, Seehofer non ha voluto rispondere se temeva o meno reazioni negative dal governo turco. Per quanto riguarda la sua decisione, ha detto: «Siamo convinti che fosse necessario».

Osmanen Germania, composta principalmente da membri con radici turche, è stata fondata nel 2015 e ha 16 capitoli in tutta la Germania; a suo dire avrebbe duemila membri, mentre per la polizia sarebbero solo 300.

Il gruppo si identifica con il nazionalismo turco, unisce la boxe e la cultura biker e politicamente è vicino al partito turco Akp di Erdogan.

L’emittente pubblica tedesca Br afferma che i membri di Osmanen Germania hanno intimidito gli oppositori del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, compresi gli attivisti curdi, con cui si sono spesso scontrati. In Germania vivono più di tre milioni di persone di origine turca, molte delle quali sostenitrici di Erdogan.

Secondo la Br, molti del gruppo Osmanen sono vicini al movimento nazionalista turco dei Lupi grigi. Durante le incursioni contro Osmanen Germania nel 2016 e nel 2017 la polizia ha sequestrato armi, droga e denaro contante.

Poco dopo il tentativo di colpo di stato del luglio 2016 , alcuni membri di Osmanen Germania sono stati accolti ad Ankara da un consigliere di Erdogan, Ilnur Cevik, che ha indossato una maglietta del club per sostenere il «lavoro fatto con i giovani» dal gruppo.

Anna Lotti