La Difesa civile della Germania

14

GERMANIA – Berlino 25/08/2016. Il 24 agosto la Germania il 24 agosto ha invitato la popolazione ad accumulare cibo e acqua in caso di attacchi terroristici o informatici.

Si tratta di un invito relativo all’adozione della prima strategia di difesa civile dopo la fine della Guerra fredda. Il piano segna il primo ampio aggiornamento in materia dal 1995, anno in cui venne effettuato lo smantellamento delle strutture di protezione civile federale a seguito delle attenuate politiche di sicurezza successive alla riunificazione tedesca. Oggi l’aria è cambiata, recita il nuovo documento: in 69 pagine, Berlino ha avvertito i cittadini che «la politica di sicurezza è cambiato». I critici però hanno accusato la grande coalizione del Cancelliere Angela Merkel di allarmismo in vista delle elezioni di settembre. Il popolo dei social sta sbeffeggiando la strategia (nellal foto), con l’hashtag #hamsterkaeufe e con foto del roditore unite a battute sulla Merkel su Twitter. Ma il governo sostiene che in una «situazione pericolosa una reazione rapida ed efficace è necessaria. Quindi occorre essere preparati per una pianificazione e reazione chiara (…) un attacco convenzionale sul territorio tedesco è improbabile» ma la più grande economia europea «dovrebbe essere sufficientemente preparata in caso di uno sviluppo di un pericolo in futuro che non può essere escluso (…) La proliferazione delle armi di distruzione di massa e dei loro vettori, il conflitto guidato da mezzi e attacchi terroristici nel cyberspazio può essere una minaccia diretta per la Germania e i suoi alleati», si legge. Il piano rende una priorità l’aiuto civile alle truppe, mentre prevede il rafforzamento strutturale degli edifici e un incremento della capacità del sistema sanitario. Incoraggia inoltre le persone ad accumulare cibo sufficiente per 10 giorni, e acqua per cinque. Ossessionato dal suo passato, il paese più popoloso d’Europa ha mantenuto per decenni un “basso profilo” sulle questioni militari, bloccato come era dal vincolo costituzionale; quest’anno però, ha pubblicato il nuovo Libro Bianco che illustra l’ambizione della Germania di assumere un ruolo nella difesa più grande all’estero, all’interno della Nato e dell’Unione europea. Una serie di attentati nel luglio scorso, tra cui due rivendicati dallo Stato islamico, hanno scatenato un acceso dibattito sulla sicurezza interna. Il ministero della Difesa sta cercando di addestrare le forze armate a rispondere agli attacchi terroristici, mentre il ministro dell’Interno Thomas de Maiziere ha annunciato nuove misure anti-terrorismo, tra cui una controversa proposta di togliere la nazionalità tedesca ai mujahedin.