Nasce l’autostrada per biciclette

13

GERMANIA – Berlino 03/01/2015. È arrivata la prima autostrada per biciclette. È in Germania.

La Germania ha infatti appena aperto il primo tratto di cinque chilometri di una strada della bicicletta che dovrebbe arrivare a più di 100 chilometri. Collegherà 10 città occidentali, tra cui Duisburg, Bochum e Hamm e quattro università, correndo in gran parte lungo tracciati ferroviari in disuso nella regione industriale della Ruhr. Quasi due milioni di persone vivono nel raggio di due chilometri e saranno in grado di utilizzare la strada per i loro spostamenti quotidiani. Visto il boom della domanda per le bici elettriche, la nuova pista dovrebbe togliere 50mila macchine dalle strade ogni giorno.
Pionieri del settore sono stati i Paesi Bassi e la Danimarca ora affiancati dalla Germania. Francoforte ha programmato un percorso di 30 chilometri a sud di Darmstadt, la capitale bavarese di Monaco, sta progettando un percorso di 15 chilometri nei suoi sobborghi settentrionali, e Norimberga ha avviato uno studio di fattibilità in una tracciato che la collega con quattro altre città. A Berlino, l’amministrazione comunale ai primi di dicembre 2015 ha dato il via libera a uno studio di fattibilità che colleghi il centro della città con il quartiere sud-ovest di Zehlendorf. Le nuove autostrade sono un aggiornamento delle piste ciclabili a una sola corsia comuni in molte città tedesche, in cui esistono i problemi di tutte el ciclabili: radici degli alberi e dossi irregolari, incroci con le corsie degli autobus e così via. Il nuovo tipo di piste ciclabili sono circa larghi quattro metri, hanno corsie di sorpasso e gli incroci avvengono tramite cavalcavia e sottopassi; i percorsi sono illuminati. Per la prima pista ciclistica veloce di cinque chilometri nella Ruhr, il costo è stato condiviso, per metà da finanziamenti dell’Unione europea, dello stato del Nord Reno-Westfalia, 30 per cento, e la Rvr per il 20 per cento. L’intero percorso costerebbe 180 milioni di euro.