Garibashvili: ucraini non ascoltate Saakashvili

50

GEORGIA – Tblisi. 10/03/14. Il Capo del governo della Georgia, Irakli Garibashvili consiglia alle nuove autorità ucraine di non ascoltare i consigli dell’ex presidente georgiano Mikheil Saakashvili. Fonte Interfax. «Sono molto sorpreso che le autorità ucraine attuali si affidino ai consigli di Saakashvili. Mi è stato detto che avrebbe preso un advisor. Ho visto i filmati del ministro della Sicurezza di Stato dell’Ucraina chiedere consigli Saakashvili. Penso che sia stato un errore» ha detto il primo ministro all’agenzia di stampa.

 

SecondoITAR -TASSA, Garibashvili ha ricordato che Saakashvili «non posso pensare a quanto successo nel 2008 in Georgia, la guerra, Saakashvili era presente». E poi ha aggiunto: «Se l’Ucraina in una tale crisi avrà un lui come consigliere, un avventuriero … avrà risultati disastrosi» ha concluso. In precedenza è stato riferito che l’ex presidente della Georgia in Ucraina ha ricevuto offerte di incarichi di alto livello. Notizie confermate da Saakashvili stesso dopo una visita a Kiev. Nulla ha riferito su quale posizione dovrà ricoprire. L’ex presidente comunque avrebbe rifiutato ma ha espresso la volontà di aiutare consiglio Ucraina.

Mikheil Saakashvili durante la “Evromaydana” in Ucraina (la campagna di opposizione che alla fine ha portato ad un cambio di governo nel paese) ha espresso sostegno per i manifestanti. Più tardi, dopo il cambio della dirigenza ucraina, ha visitato Kiev e ha parlato in Piazza Indipendenza. Ha detto alla folla che erano «storia scritta e che avrebbero cambiato il mondo» e ha detto che gli eventi in Ucraina avrebbe interrotto i piani della Russia “imperiali”.

Più tardi, commentando il peggioramento delle relazioni tra l’Ucraina e la Russia sulla Crimea, agli ucraini Saakashvili raccomanda di esercitare moderazione, ma allo stesso tempo «di prepararsi al peggio». In un’intervista con la CNN, ha chiamato anche la comunità internazionale a esercitare pressione sulla leadership russa e gli “oligarchi russi”.

Mikheil Saakashvili, Presidente della Georgia, è stata 2004-2013. Nel 2008, all’inizio del suo secondo mandato, la Georgia ha inviato truppe in Ossezia del Sud, cercando di prendere il controllo della regione. Dopo l’intervento dei militari georgiani, i russi sono stati costretti a lasciare la zona del conflitto. Più tardi, la Russia ha riconosciuto ufficialmente l’indipendenza dell’Ossezia del Sud e dell’Abkhazia. L’opposizione georgiano a Saakashvili accusa ripetutamente l’ex presidente di aver perso territori e di aver portato la Georgia ad un conflitto armato con la Russia. Gli oppositori lo hanno accusato di corruzione. Dopo l’avvento al potere in Georgia Saakashvili gli avversari della coalizione “Georgian Dream” nuova leadership non esclude la possibilità del suo arresto.