Gazprom vuole lavorare in Iran

12

RUSSIA – San Pietroburgo 18/06/2015. La compagnia petrolifera russa Gazprom Neft è interessata a lavorare in Iran una volta che le sanzioni internazionali saranno eliminate.

Ha dato l’annuncio l’amministratore delegato della società Alexander Dyukov, il 18 giugno, ripreso dall’agenzia Sputnik.
«Assolutamente ogni azienda è interessata all’Iran e lo siamo anche noi, perché siamo presenti in questa regione e stiamo lavorando in Iraq. Il nostro interesse dipenderà dalle condizioni che prevederà Teheran», ha dichiarato Dyukov in conferenza stampa. Secondo Dyukov, se le sanzioni contro l’Iran verranno rimosse, il mercato vedrà un aumento dell’offerta di petrolio, senza un grave impatto sui prezzi del petrolio a livello mondiale: «Si tratta di un volume serio, ma non posso dire che questa produzione aggiuntiva sarà abbastanza significativa da essere in grado di influenzare seriamente i livelli dei prezzi nel mondo». Iran e il gruppo P5 + 1 stanno portando avanti le trattative sul nucleare iraniano; se firmato, l’accordo prevede la progressiva revoca delle sanzioni imposte a Teheran dalla comunità internazionale.
Il termine per raggiungere un accordo finale sul nucleare è fissato al 30 giugno.