Niente materiale edile per Gaza

48

PALESTINA – Ramallah. 07/10/14. Nessun mezzo carico di materiale da costruzione può varcare i confini con la striscia di Gaza.

A darne notizia erme news che cita un funzionario palestinese secondo cui, prima iIsraele ha dato il consenso all’ingresso attraverso il confine di Kerem Shalom a 60 camion pieni di materiale edile per la ricostruzione. Poi ha bloccato di fatto il trasporto a tempo indeterminato. Munir Ghalban, direttore del lato palestinese del valico di Kerem Shalom, (il porto commerciale a Gaza-sud), è stato informato dalla società nazionale palestinese (basato soprattutto Ramallah, West Bank), che «Israele ha rinviato l’introduzione di 60 camion carichi di materiali da costruzione al settore privato a Gaza, a tempo indeterminato». Ha continuato affermando: «il nostro impegno con la società, e ci ha detto che Israele ha rinviato l’ingresso di materiali da costruzione, a tempo indeterminato, dopo che avevano avuto promette a Israele di consentire materiali da costruzione di entrare nella Striscia di Gaza martedì» Ad oggi è stato permesso l’ingresso di 220 camion nella Striscia di Gaza, per gli aiuti umanitari, tra cui sei camion carichi di materiali da costruzione per Progetti internazionali attuati dall’Agenzia di soccorso e l’occupazione dei profughi palestinesi (UNRWA). Israele impedisce l’ingresso di molti beni, in particolare materiali da costruzione a Gaza, da quando Hamas ha vinto le elezioni legislative a partire dal 2006, ha imposto un assedio stretto»