Diritto d’asilo per i gay in Argentina

57

ARGENTINA – Buenos Aires 22/10/2014. Il governo argentino ha concesso la “condizione di rifugiato” ad un giovane gay russo fuggito dal suo paese dove era stato vittima di discriminazione e di violenza a causa del suo orientamento sessuale.

Si tratta della prima volta per il paese sudamericano, ha detto la Federazione argentina lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (Falgbt), il 20 ottobre. Secondo l’agenzia Efe che riporta la notizia, la Commissione Nazionale dell’Argentina per i rifugiati (Conare) ha accettato la petizione dopo aver riconosciuto le molestie subite dal ventottenne e la mancanza di protezione per le minoranze sessuali in Russia. Il giovane, chiamato “Gene” nel rapporto per proteggere la sua privacy, ha lasciato la sua patria a causa delle molestie costanti ricevute, e due anni fa ha chiesto aiuto al Falgbt attraverso i social network. «Ci auguriamo che a partire da questo primo caso, l’Argentina possa diventare una destinazione per i rifugiati» ho detto il presidente del Falgbt, Esteban Paulon, che ha portato il caso di Gene alla commissione governativa.