Stop alla produzione di gas iraniano

57

IRAN – Teheran 07/7/13. L’annuale revisione/riparazione della raffineria iraniana di Fajr-e-Jam ha causato lo stop nella produzione di gas nel Paese.

La produzione dovrebbe scendere a 100-150milioni di metri cubi per tre giorni, stando a quanto riporta l’agenzia di stampa Mehr il 6 luglio. La raffineria di gas di Fajr-e Jam si trova nella provincia meridionale iraniana di Bushehr.

L’Iran, che poggia di fatto sulle seconde più grandi riserve di gas naturale al mondo dopo la Russia, sta compiendo grandi sforzi per ottimizzare la sua produzione di gas, aumentando gli investimenti esteri e nazionali, in particolare in South Pars. L’Iran sta attualmente producendo circa 285 milioni di metri cubi al giorno di gas e 35.000 barili di petrolio da South Pars. Il Qatar estrae circa 450mila barili di petrolio dallo stesso campo petrolifero.

L’ex presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad aveva detto che la capacità di produzione del settore del gas avrebbe raggiunto i 480 milioni di metri cubi entro settembre 2013, pareggiando le produzione di Iran e Qatar dallo stesso campo.

L’Iran ha estratto 500 miliardi di metri cubi di gas da South Pars nel corso di 15 anni, mentre il Qatar ha annunciato nel 2012 che la sua estrazione totale di gas dal campo aveva raggiunto un trilione di metri cubi.

Grazie all’estrazione di gas da South Pars, il Qatar è attualmente il più grande esportatore di Gpl del mondo;  le sue  annuali esportazioni di Gpl si attestano a 77 milioni di tonnellate.