Fsb: Umarov è ko

49

RUSSIA – Mosca 08/04/2014. Aleksander Bortnikov, direttore del Servizio di sicurezza federale russo (Fsb), ha confermato l’8 aprile che l’attività del gruppo ribelle ceceno guidato da Doku Umarov è stato bloccata.

«Come risultato dell’attività operativa, le azioni di Imarat, guidata da Umarov (foto d’apertura), è stata arrestata», ha detto Bortnikov in una riunione del Comitato nazionale antiterrorismo (Cna). Il leader della rivolta del Caucaso del Nord , il cui gruppo ha rivendicato la responsabilità per una serie di attacchi mortali in Russia nel corso degli ultimi anni , era già stato dato per morto a marzo da un sito web vicino a Imarat. Ramzan Kadyrov (a destra), il capo della repubblica cecena , dove erano concentrate le attività terroristiche guidate da Umarov, aveva sostenuto a gennaio 2014 di aver intercettato le comunicazioni tra i militanti che avevano fornito la prova della morte di Umarov.
«Umarov è morto da molto tempo. Stiamo solo cercando il suo corpo (…) Ufficialmente Umarov non rappresenta più alcun pericolo per la nazione cecena», aveva detto Kadyrov .
L’Emirato islamico del Caucaso ha confermato la morte del suo fondatore , il 18 marzo, anche se il Cna russo aveva detto di non avere informazioni sulla morte di Umarov e non aveva commentato le notizie.