Aiuti francesi per Tunisi

51

TUNISIA – Tunisi 22/01/2016. Il presidente francese Francois Hollande ha promesso di destinare un miliardo di euro nei prossimi cinque anni per sostenere la Tunisia, scossa da tensioni sociali.

Tunisi vive una grave crisi sociale, soprattutto nell’entroterra in cui sono scoppiate violente proteste contro l’elevato tasso di disoccupazione. Francois Hollande ha detto il 22 gennaio che «la Francia sta per attuare un piano di sostegno per la Tunisia di un miliardo di euro nei prossimi cinque anni», si legge in un comunicato dell’Eliseo. Si tratta di una misura presa durante la visita del primo ministro della Tunisia Habib Essid; «Uno degli obiettivi principali di questo piano è quello di aiutare le regioni svantaggiate e i giovani, con una particolare attenzione all’occupazione» ha specificato la presidenza francese, alla fine di un incontro a Parigi tra il presidente francese e il Il primo ministro tunisino. Cinque anni dopo la rivoluzione, le disuguaglianze persistono ancora in Tunisia. La disoccupazione, soprattutto giovanile, è sempre alta, mentre cresce il malcontento nel paese. Forti preteste sono scoppiate dal 17 gennaio, in tutto il paese. Un poliziotto è stato addirittura ucciso il 20 gennaio, costringendo il primo ministro, Habib Essid, ad abbreviare la sua visita in Europa. Inoltre, il paese si trova ad affrontare il terrorismo, che sta guadagnando terreno e sta spaventando molti occidentali, provocando il crollo del turismo, importante risorsa per l’economia.