Esercitazioni antiterrorismo nelle scuole francesi

24

FRANCIA – Parigi 27/08/2016. A partire dal mese di settembre, ogni scuola in Francia organizzerà tre esercitazioni antiterrorismo all’anno, nell’ambito delle nuove misure di sicurezza previste del governo.

Le esercitazioni si concentreranno su diverse misure di sicurezza a seconda della posizione e dello scenario della simulazione. Almeno una delle tre si concentrerà su uno scenario nel quale i terroristi entrano nell’edificio scolastico. I ragazzi di età compresa tra i 13 e i 14 anni impareranno tecniche di base salva-vita, mentre ai bambini verrà insegnato come stare in silenzio in un gioco chiamato “ll re silenzio”. Inoltre, la Francia sta richiamando fino a 3.000 riservisti della gendarmeria per proteggere scuole e altri istituti di istruzione, mentre pattuglie mobili monitoreranno le entrate e le uscite. Un supplemento di 50 milioni di euro sono stati destinati agli enti locali per la protezione delle scuole, riporta Clarion Project. Le nuove misure di sicurezza antiterrorismo hanno lo scopo di prevenire il rischio di un attacco e garantire nel contempo un ambiente sereno nella scuola francese. Parigi ha introdotto simili misure di sicurezza scolastica nelle mezzo della sua guerra culturale che ha avuto nella lotta al burkini il suo punto più vistoso. Gli episodi svoltisi a Nizza e sulla Costa Azzurra hanno suscitato le reazioni più estreme sulla rete da parte delle comunità musulmane e delle organizzazioni per i diritti umani.