Parigi fa la sua offerta per le Mistral

44

RUSSIA – Parigi 15/05/2015. Caso Mistral: la Francia ha fatto la sua offerta alla Russia.

Secondo quanto pubblicato il 15 maggio dal quotidiano russo Kommersant, la Francia offrirà alla Russia 785 milioni di euro a titolo di risarcimento, a condizione che Mosca acconsenta alla vendita delle navi a terze parti, senza alcuna riserva. Inoltre, la Francia ha offerto di condividere i rischi e i costi associati con lo smantellamento delle apparecchiature russa fornite da Mosca durante la costruzione delle navi.
Attualmente, queste proposte vengono discusse nel Ministero della Difesa e di altri dipartimenti coinvolti nel contratto, stando al giornale. Il Kommersant riporta anche che il ministero della Difesa russo non è soddisfatto del risarcimento offerto: secondo le stime di Mosca si dovrebbe parlare di un totale di un miliardo e 163 milioni di euro. In particolare, la Russia intende riavere, oltre al suo pagamento anticipato di 892,2 milioni di euro, il rimborso dei fondi spesi per la formazione degli equipaggi, la costruzione di infrastrutture per la propria base di Vladivostok, e lo sviluppo dell’elicottero Ka-52K che avrebbe dovuto decollare dalle Mistral. Inoltre, Mosca ritiene che lo smantellamento delle attrezzature deve essere effettuato dai francesi. Il vice Primo ministro Dmytro Rogozin ha già informato la Francia che Mosca non è soddisfata della proposta francese, aggiungendo che la parte russa sta lavorando su una controfferta, secondo il Kommersant.