Foxconn entra in Sharp

12

GIAPPONE – Tokyo 04/04/2016. La società di Taiwan Hon Hai firmato un accordo con la società nipponica Sharp il 2 aprile.

Sharp ha ceduto una quota del 66 per cento in quella che è la prima grande acquisizione di una società giapponese da un acquirente straniero.
Come risultato della transazione, Hon Hai – Foxconn, investirà 388,8 miliardi di yen (circa 3,4 miliardi di dollari) in Sharp. Hon Hai aveva versato una “caparra” di 100 miliardi di yen (895 milioni di dollari) il 31 marzo.
Il presidente di Sharp, Kozo Takahashi, e il fondatore e presidente di Foxconn, Terry Gou, hanno firmato l’accordo nell’impianto di Sakai, Osaka, in cui entrambe le società hanno operato congiuntamente dal 2012.
Come riporta l’agenzia Kyodo, il presidente di Sharp ha detto: «Abbiamo deciso di accettare una cessione di capitale e una partnership strategica di ampio respiro con Hon Hai» che contribuirà a migliorare le finanze e gli investimenti nella ricerca e sviluppo di Sharp.
L’accordo ha messo fine a un mese di incertezze e controversie: la firma era stata inizialmente prevista per la fine di febbraio, ma era stata rinviata da Hon Hai, dopo dei sospetti su alcuni documenti contabili.
L’azienda taiwanese poi ha abbassato la sua offerta iniziale, e ha chiesto una ispezione sulle perdite di inventario di Sharp. Hon Hai, fornitore di Apple, ora investe 388,8 miliardi di yen invece dei 489 miliardi di yen inizialmente annunciati a febbraio. I negoziati si erano protratti anche per l’interesse mostrato da un fondo d’investimento di stato giapponese per evitare che Sharp cadesse in mani straniere.