FMI: Mosca ha aiutato l’economia ucraina

52

RUSSIA – Mosca 06/04/2014. L’economia dell’Ucraina sarebbe crollata senza l’aiuto finanziario della Russia. Lo ha detto Christine Lagarde, direttore del Fmi.

Lagarde ha detto che l’economia del paese dell’Europa orientale era in crisi profonda nel 2103 e rischiava il collasso, se non fosse stato per l’intervento della Russia che ha evitato la catastrofe .
«Senza l’ancora della Russia non sarebbero andati da nessuna parte» ha detto Lagarde in un’intervista trasmessa sul canale statunitense Pbs.
La Russia ha investito 15 miliardi di dollari in obbligazioni ucraine alla fine dello scorso anno, con il versamento della prima tranche di 3 miliardi fatto nel mese di dicembre. Mosca e Kiev hanno inoltre convenuto di ridurre vertiginosamente i prezzi del gas per l’Ucraina nel tentativo di rilanciare l’economia in difficoltà del paese.
Ma le iniezioni di liquidità e gli sconti sono stati congelati in seguito alle manifestazioni e al cambio di governo nel paese. Il capo del Fmi ha detto che l’Ucraina era stata tagliata fuori dai mercati finanziari internazionali, sottolineando che il denaro Fmi ha un prezzo, cioè che dall’Ucraina ci si aspettavano dei passi tesi a riformare la sua economia, anche facendo alcune scelte difficili .
«Si tratta di un’economia che aveva bisogno di riforme, che aveva bisogno di una profonda trasformazione della sua politica fiscale, della politica monetaria e delle sue politiche in materia di energia», ha detto Lagarde .
Il Fondo ha annunciato alla fine di marzo di aver firmato un accordo di associazione con l’Ucraina , in base al quale Kiev dovrebbe ricevere un credito tra i 14 ai 18 miliardi di dollari in cambio di riforme economiche dolorose. L’Ucraina si aspetta di ottenere un totale di 27 miliardi di dollari nei prossimi due anni.