Fmi: divorzio Bogotà – Brasilia

34

fmi entrataLa Colombia sta uscendo il gruppo guidato dal Brasile al Fmi, la cui richiesta per avere maggiore spazio come Paese Brics sta alienando le simpatie di alcuni Stati vicini. La Colombia ha manifestato l’intenzione di di entrare a far parte del gruppo guidato dal Messico.

Il Brasile è uno dei è più attivi membri dei 188 membri Fmi e il suo obiettivo è quello di ottener maggiore peso per le economie e i mercati emergenti all’interno del fondo. Il suo attivismo, però, stando a fiotti colombiane, non farebbe in alcun modo sentire la voce e le richieste degli altri Stati sudamericani. Come parte di questo gruppo, Bogotà guiderà a rotazione il gruppo formato da Messico e Spagna, mentre Nicaragua, Capo Verde e Timor Est (nazioni di lingua portoghese) resteranno con il Brasile assieme a altre 8 nazioni di lingua spagnola tra cui la Repubblica domenicana, l’Ecuador e Trinidad & Tobago. Questi tre Paesi, insieme, hanno meno della metà degli 8.477 voti corrispondenti alla Colombia, la cui uscita diminuirà il peso di Brasilia. Messico e Colombia, inoltre, hanno creato l’Alleanza del Pacifico (http://www.agccommunication.eu/geoeconomia-it/428-nasce-lalleanza-pacifica.html) che unisce le regioni commerciali sudamericane più aperte distanziandosi dal Mercosur a guida brasiliana e argentina.