Carney, il Governatore delle regole bancarie

46

GRAN BRETAGNA – Londra. Mark Carney, attuale governatore della banca centrale canadese, è stato nominato dal Cancelliere dello Scacchiere inglese George Osborne, come il prossimo governatore della Banca d’Inghilterra e si porterà a casa uno stipendio da 750 mila euro.

La notizia ha scosso gli animi in Inghilterra in quanto tutti pensavano che nella Banca centrale d’Inghilterra nulla sarebbe cambiato e che quindi l’attuale vicegovernatore Tucker sarebbe salito di grado. E invece ecco la sorpresa: Carney, 46 anni, si è guadagnato una reputazione sulla scena mondiale sfidando alcuni dei dirigenti più potenti del mondo della finanza imponendogli di diminuire i rischi bancari anche a scapito dei redditi. Il suo approccio alla regolamentazione è molto simile a quello tedesco: «regole ferree con una certa discrezionalità». Ama far rispettare poche ma chiare regole e non apprezza i regolamenti deboli o facilmente aggirabili. In qualità di capo del Financial Stability Board, istituito dal Gruppo dei 20 migliori economie per evitare il ripetersi di una nuova crisi finanziaria globale, Carney ha avuto un ruolo chiave. A lui ora spetterà, in poche parole, la patata bollente di dare nuove regole alla Banca Centrale e soprattutto dare vita ad una nuova politica monetaria. A Londra ancora si ricordano dello scontro tra Carney e il numero uno di JPMorgan Chase&CO, Jamie Dimon. Anche Carney come l’ex Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi viene da Goldman Sachs Group dove ha lavorato per 13 anni. A dire il vero a tremare di più è Paul Tucker che fino all’altro ieri pensava di essere promosso da vice  a Governatore della  BCI, il suo mandato scade nel febbraio 2014. Tucker era dato talmente per per favorito per succedere all’attuale numero uno Sir Mervyn King  che alcuni scommettitori si rifiutavano di ricevere scommesse sulla sua nomina. Ma la decisione di Osborne ha scosso, come doveva fare, Threadneedle Street, mettendo così fine al sogno di Tucker e mettendo un po’ di sale nella finanza in crisi della City. Non è un caso che gli economisti londinesi dopo la nomina di  Carney ha detto che potrebbe esserci una nuova era per la Banca Centrale d’Inghilterra. Tra i nei nel curriculum di Tucker il suo coinvolgimento nello scandalo di luglio del Libor-rigging, un brutto affare che ha coinvolto molti trader importanti di Barclays e che vedeva il Vicegovernatore sospettato di essere coinvolto come complice nella manipolazione del tasso interbancario di prestito . Tucker ha sempre negato. Gli economisti suggerito il Lunedi notte che dovrebbe signor Tucker decide di lasciare la Banca, un ruolo presso la Banca dei Regolamenti Internazionali sarebbe una forte possibilità.