OIC interviene sulla Legge Bangsamoro

50

FILIPPINE – Manila 24/01/2016. L’Oic (Organizzazione per la cooperazione Islamica) ha detto che l’approvazione della legge sul Bangsamoro (Bbl) è in armonia con la revisione dell’accordo di pace del 1996 con il Moro National Liberation Front (Mnlf).

La conformità è stata annunciata dal segretario Generale Oic, Iyad Ameen Madani, in due lettere indirizzate al presidente del Senato, Franklin Drilon e a quello della Camera Feliciano Belmonte riporta il sito filippino Inter Aksyion.
«Mi permetto di riaffermare il nostro sostegno agli sforzi della nazione filippina per la causa della pace e restiamo impegnati a vedere una soluzione giusta e duratura di cui beneficeranno tutti i popoli delle Filippine», ha scritto Madani. Il segretario generale dell’Oic si trova nel paese dall’inizio dell’anno per contribuire a sorvegliare l’attivazione del Forum Coordinamento Bangsamoro, un luogo in cui il Milf e Mnlf possano armonizzare la loro posizione per quanto riguarda il raggiungimento vera e propria autonomia come previsto dalla costituzione filippina. Inoltre, una riunione ministeriale Oic sul processo è stata fissata per il 25-26 gennaio a Gedda. Vi prenderanno parte alti funzionari provenienti dalle Filippine e rappresentanti della Misuari e dei gruppi Sema-led del Mnlf. Se il Mnlf decide di partecipare all’Autorità di transizione Bangsamoro (Bta), il processo sarà facilitato.
Concentrandosi sul processo legislativo della Bbl, nella sua lettera Madani ha espresso preoccupazione per il ritardo e la percezione dell’annacquamento del disegno di legge. «L’Oic esorta le autorità filippine, in particolare i legislatori, che condividono l’obiettivo comune di lavorare per la pace e la stabilità, a non lasciare che questo momento storico diventi un’altra occasione perduta». Il progetto originale della Bbl, elaborato dalla Commissione di transizione Bangsamoro e presentato al Congresso a settembre 2014, prevede un governo regionale che ha completa autonomia fiscale e politica, pur rimanendo parte della Repubblica delle Filippine. La
camera dei Rappresentanti dovrà votare sul Bbl il 27 gennaio; il Senato deve ancora discutere la Bbl. «L’Oic continuerà i suoi sforzi per la pace a Mindanao e continuerà a monitorare la situazione da vicino fino a quando i nostri sforzi ci portano alla vera pace e stabilità e alla fine della lunga lotta del popolo Bangsamoro», ha scritto Madani.