FILIPPINE. Nuova offensiva ISIS a Marawi

507

Ci si può credere o meno, però ISIS, mentre era in corso l’attacco a Barcellona, ha annunciato che il nuovo attacco su Marawi, Filippine, veniva posticipato per lasciare spazio agli eventi di Barcellona.

Lo ha fatto con un comunicato ufficiale postato su Nashir news, agenzia di stanza internazionale, di ISIS. L’orario di inizio era rinviato alle cinque di mattina del 18 agosto. Puntualmente, la campagna a Marawi e dintorni è iniziata a quell’ora e in quella data. Sono arrivate diverse notizie, via social, e il gruppo nelle Filippine, ramo sud estasiato di ISIS, ha ricevuto molto supporto.

Un account locale della sfera ISIS, ha annunciato che i soldati del Califfato nell’est asiatico hanno attaccato i soldati filippini controllando larghe parti di Marawi. Daesh ha poi rivendicato l’uccisione di 11 soldati filippini a Ala Street a Marawi. Sette membri del MIF (gruppo islamico che di recente ha siglato un accordo con il governo per contrastare Daesh) sono morti negli scontri con Daesh nel villaggio di Nemao, zona di Magiundanao, teatro di scontri da tre settimane. Molti i messaggi sui social a sostegno dei “Leoni del Tawhid” nelle Filippine.

Daesh ha postato un resoconto degli attacchi nel sud delle Filippine. Sono state ripostate immagini di Daesh delle Baqiyah dei gruppi islamici filippini. E ancora diverse infografiche di Daesh in supporto ai propri combattenti nelle Filippine.

La campagna contro le forze filippine da parte di Daesh è ancora in corso. Si registravano comunque almeno 114 morti tra le forze filippine. Daesh ha postato un’infografica sugli 86 giorni di battaglie a Marawi dal 23 maggio scorso: 335 morti tra le fila dei soldati filippini. ISIS perde dunque terreno in Iraq e Siria e trasferisce la centrale dell’odio nell’Est Asia. Da dove colpirà nel resto del mondo. Via social, ISIS ha fatto sapere che da ora in poi saranno numerosi gli attacchi in questa area che diventerà una nuova ed estesa provincia del Califfato.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it