FILIPPINE. Mosca pronta a vendere armi a Manila

110

di Antonio Albanese FILIPPINE – Manila 07/01/2017. La Russia è pronta a rifornire le Filippine di armi, tra cui aerei e sottomarini, e mira a diventare una nazione amica del tradizionale alleato degli Stati Uniti che sta cercando di diversificare i suoi legami esteri. Secondo quanto riporta Channel News Asia, il presidente filippino Rodrigo Duterte ha posto le basi per un futuro della nazione filippina di fuori dell’area degli Usa, incrementando i legami con Cina e Russia.

A manifestare anche visivamente questo riallineamento di Manila, sta la visita di due navi da guerra russe nella capitale, primo contatto ufficiale delle marine militari dei due paesi.
L’ambasciatore russo presso le Filippine, Igor Anatolyevich Khovaev, ha tenuto una conferenza stampa a bordo della nave anti-sommergibile Admiral Tributs (nella ofto). Durante la conferenza ha detto che ora era chiaro quanto le Filippine fossero intenzionate a diversificare i suoi rapporti con partner stranieri.

«Non è una scelta tra questi partner e quelli precedenti. Diversificazione significa preservare e mantenere i vecchi partner tradizionali e trovarne di nuovi. Quindi la Russia è pronta a diventare un nuovo partner affidabile e amico delle Filippine (…) Noi non interferiamo nei vostri rapporti con i partner tradizionali e i vostri partner tradizionali devono rispettare l’interesse delle Filippine e della Russia».

La visita della marina militare russa arriva a meno di un mese dalla visita dei ministri degli Esteri e della Difesa a Mosca per discutere della vendita di armi dopo la minaccia degli Stati Uniti di bloccare la vendita di 26mila fucili d’assalto alle Filippine a causa della preoccupazione relativa all’elevato numero di vittime nella guerra alla droga lanciata da Duterte. Khovaev detto che la Russia ha una serie di armi da offrire: «Siamo pronti a fornire armi di piccolo calibro e armi leggere, aerei, elicotteri, sottomarini e molte, molte altre armi. Armi sofisticate. Non quelle di seconda mano (…) La Russia ha molto da offrire, ma tutto sarà fatto nel pieno rispetto del diritto internazionale».

Ha poi detto che era troppo presto per parlare di cooperazione militare, ma, in un chiaro riferimento agli Stati Uniti, ha detto che i vecchi alleati non dovrebbero preoccuparsi: «I vostri partner tradizionali non dovrebbero essere preoccupati per i legami militari (…) Se sono preoccupati, vuol dire che hanno bisogno di liberarsi di vecchi cliché» ha detto l’ambasciatore.

Il Contrammiraglio Eduard Mikhailov, capo della Flotta russa del Pacifico, ha detto che la Russia intende tenere esercitazioni marittime con le Filippine per aiutarle a combattere il terrorismo e la pirateria. Ad oggi, Stati Uniti e Filippine hanno tenuto esercitazioni navali annuali ma Duterte ha deciso di ridurne il numero e di spostare le esercitazioni navali dal Mar cinese meridionale, per rassicurare la Cina, preoccupata dai movimenti militari degli Stati Uniti in quelle acque.