Abu Sayyaf viola il trattato di pace con Manila

57

FILIPPINE – Manila. 31/03/14. Secondo la testata Anadolu Agency, nelle Fillippine il movimento Abu Sayyaf è sospettato di avere rapito il preside di una scuola cristiana. La zona dove avrebbe avuto luogo il rapimento è “Basilan”, nella regione autonoma di ‘Bangsamoro’ dove giovedì è stato concordato un accordo di pace tra governo e il Fronte islamico di liberazione Moro (Milf) in un accordo di pace.

Un ufficiale di polizia ha detto che Benita Enriquez, 60 anni, preside di Manggal scuola elementare nel comune di Sumisip, era in una vettura verso Isabela City, capitale di Basilan, quando cinque uomini armati che indossavano passamontagna hanno fermato il veicolo e l’hanno rapita, lasciando agli altri passeggeri illesi. La polizia ha detto che i rapitori di Enriquez potrebbero essere guerriglieri di Abu Sayyaf guidati da Juhaibel Alamsirul. Il gruppo militante islamico Abu Sayyaf si batte per uno stato islamico a Mindanao. È legato ad Al -Qaeda e ha decapitato ostaggi in passato. Lo stesso gruppo ha rapito Baker Atyani, un giornalista giordano nel mese di dicembre 2013. Atyani è stato liberato nel gennaio di quest’anno. Abu Sayyaf ha anche sequestrato gli americani Guillermo Sobero, Martin e Gracia Burnham nel villaggio di Dos Palmas, sull’isola di Palawan nel 2001. Entrambi sono stati portati all’isola di Jolo, nel sud profondo, altra roccaforte di Abu Sayyaf , dove Sobero fu poi decapitato. Martin è stato ucciso durante un’operazione di soccorso militare nel 2002, mentre Gracia è rimasto illeso e salvato. Se la notizia fosse accertata sarebbe una piena violazione dell’accordo di pace.
La zona è stata riconosciuta come parte della regione autonoma “Bangsamoro” di negoziatori di pace di governo .