FILIPPINE. Il MILF alla prova di governo

46

Il Moro Islamic Liberation Front Milf, il più grande gruppo armato islamico delle Filippine, è pronto a raccogliere i risultati politici dei suoi 40 anni di guerra civile sull’isola di Mindanao. Il 21 gennaio, in un voto popolare, decine di migliaia di elettori hanno votato sulla Legge Organica Bangsamoro; Bol, cardine dell’accordo di pace tra Milf e governo.  

La Bol, se approvata, creerà una nuova entità politica nota come Regione Autonoma di Bangsamoro nella Mindanao musulmana. I risultati della Commissione preliminare sulle elezioni, Comelec, hanno mostrato il 24 gennaio che il plebiscito è passato a stragrande maggioranza in quattro delle cinque province di Mindanao. Comelec dovrebbe dichiarare i risultati ufficiali entro il 25 o all’inizio della prossima settimana.

Stando a Asia Times, Rodrigo Duterte ha firmato la Bol lo scorso luglio e successivamente ha spinto per la sua ratifica per portare «pace e sviluppo giusti e duraturi» nell’isola. Il plebiscito si è svolto pacificamente, in gran parte a causa del dispiegamento di almeno 20.000 soldati per sorvegliare e assicurare i centri elettorali prevenendo le minacce di gruppi affiliati a ISIS.

Il capo del MILF, Al Haj Murad Ebrahim, ritiene che nel sud della nazione, la regione perennemente più povera delle Filippine, stia vivendo un nuovo futuro, anche se ha ammesso che il Milf dovrà affrontare una sfida a causa della sua mancanza di esperienza nel governo: «Stiamo sperando che con questo sviluppo, finalmente possiamo realizzare l’aspirazione del nostro popolo alla pace (…) e alla buona vita in questa parte del paese e nell’intero paese», ha detto dopo aver espresso il suo voto.

Il MILF sarà anche messo in discussione dall’esigenza della BOL che i suoi combattenti consegnino le loro armi e ritornino alla società tradizionale dopo decenni di guerra. Una volta che il BOL SARà ratificato, Murad ha detto che il MILF avrebbe dovuto smantellare circa 12.000 armi e un esercito di 40.000 uomini che opera da campi altamente fortificati e tentacolari in tutta la regione. Le armi da fuoco saranno consegnate ad un organismo indipendente di disattivazione, che comprende rappresentanti di governi stranieri che sostengono il processo di pace di Bangsamoro. 

Il MILF sta ora lavorando con il governo per sradicare i gruppi filo ISIS, per impedire loro di aumentare la violenza che potrebbe minare la pace e la sicurezza della nuova regione di Bangsamoro.

Tommaso dal Passo