Duterte inizia il repulisti dai corrotti

13

FILIPPINE – Davao 07/06/0216. Ad una festa organizzata a Davao, città di cui è stato sindaco per molti anni, per celebrare la sua vittoria elettorale, il neo eletto Presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ha avvertito tre funzionari “corrotti” di alto rango della polizia di dimettersi o di essere umiliati pubblicamente.

Parlando ai circa 200mila sostenitori del partito del “Ringraziamento”, l’ex sindaco di Davao ha chiesto le dimissioni dei tre generali della polizia nazionale filippina, senza farne ancora il nome ma dicendoi ha detto il luogo dove prestano servizio: si tratta di tre funzionari del quartier generale della polizia di Camp Crame accusati di corruzione. «La corruzione deve finire», ha detto Duterte alla folla in festa «Non aspettate che lo faccia io, perché dirò pubblicamente i vostri nomi in pubblico, così umiliandovi», ha aggiunto avvertendo i funzionari, rirpota gmanetwork.com.

INoltre ha minacciato di chiedere la pena di morte per i polizioiti coinvolti nel traffico di droga, e di nonocnsiderare questa ipotesi come uno scherzo. Ha poi chiesto ai cittadini di pattugliare le strade e di arrestare i crimnali, anche u sando la forza se wquesti opponessero resostenza fino ad ucciderli «e se lo farete tutti i giorni, allora vi darò una medaglia e vi farò capi della polizia». 

Duterte, che ha vinto con una schiacciante vittoria nelle elezioni del 9 maggio, si è impegnato a spazzare via il crimine e la corruzione nel paese in sei mesi. Ha avuto la fiducia di molti elettori dopo aver trasformato Davao da una delle città più pericolose del paese ad una delle sue più sicure.