Più soldi per la Difesa di Manila

46

FILIPPINE – Manila 22/07/2015. Le Filippine stanno progettando di aumentare il bilancio della difesa del 25% nel 2016, soprattutto per rafforzare le proprie rivendicazioni territoriali nel Mar Cinese Meridionale.

Secondo l’agenzia Sputnik, la proposta di bilancio nazionale 2016, che il presidente Benigno Aquino dovrebbe presentare al Parlamento per l’approvazione il 27 luglio, dovrebbe portare lo stanziamento per la Difesa al record di 25 miliardi di pesos (552 milioni di dollari) per la spesa per la difesa; i fondi verrebbero utilizzati per acquistare fregate per la marina e velivoli da pattugliamento. Il bilancio proposto prevede un aumento di 5 miliardi di pesos nella spesa per la Difesa rispetto al 2014, e cinque volte in più allo stanziamento della Difesa nel 2013. Il bilancio della difesa proposto è parte di un bilancio quinquennale, con un ammontare pari a 75 miliardi di pesos validi per un programma di ammodernamento militare approvato dalla Aquino nel 2013. L’importo è ben poca cosa rispetto alla spesa cinese, la Cina rivendica la maggior parte del Mar Cinese Meridionale: 142.900 milioni di dollari spesi per il suo esercito nel 2015. L’esercito delle Filippine è uno dei più male attrezzati della regione, e pattuglia il Mar Cinese Meridionale con navi e aerei obsoleti; Manila sta investendo per far riportare la Sierra Madre, una nave della Seconda guerra mondiale, che incagliata, funge da unico avamposto nelle acque contese (a sinistra).
Le Filippine stanno accelerando nella modernizzazione militare dopo aver speso appena cinque miliardi di pesos nel 2013, quando il governo dirottò le risorse per riprendersi dal super tifone Haiyan.