FILIPPINE. A breve un codice di condotta sul Mar Cinese Meridionale

60

I ministri degli Affari esteri delle 10 nazioni dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico sono a Manila per il L anniversario dell’Asean. Oltre ai paesi sono presenti anche le diplomazie di Stati Uniti, Cina, Giappone, Corea del Sud, Corea del Nord, India, Russia, Australia, Nuova Zelanda e i partecipanti al forum Asean Plus Three, il Vertice Asia Orientale e il Forum Regionale dell’Asean.

Il Dipartimento degli Affari Esteri delle Filippine ha confermato che i ministri degli Esteri dell’Asean e della Cina avrebbero formalmente approvato il documento denominato “Quadro del codice di condotta nel Mar Cinese Meridionale” durante la loro riunione a Manila del 6 luglio.

Il codice di condotta è un insieme di regole che descrivono le norme e le regole e le responsabilità di una persona, di una parte o di un’organizzazione, o le pratiche appropriate; Asean e Cina hanno accettato di istituire un codice di condotta nel Mar Cinese Meridionale durante un vertice del 2002 a causa delle tensioni sempre più elevate nelle acque al centro di diverse contese internazionali. La regione in questione comprende una delle rotte di trasporto più importanti del mondo, ed è ricca di risorse minerarie e marine.

Ma poiché le aspettative differiscono tra Pechino e le nazioni dell’Asia, la strada per trovare un accordo potrebbe riservare ancora sorprese, riporta il South China Morning Post. Per Pechino, un codice di condotta potrebbe essere uno strumento non vincolante che può essere sfruttato per migliorare la fiducia regionale piuttosto che risolvere le controversie; i membri dell’Asean, tuttavia, hanno un parere diverso. Il progetto quadro conclusivo del codice di condotta è stato reso pubblico a maggio durante ius meeting in Cina. I dettagli non sono stati pubblicati per impedire interferenze aveva affermato il ministero degli Esteri cinese. Non vengono nominati gli Stati Uniti,

Per il Dipartimento degli Affari Esteri delle Filippine, il quadro sarebbe il contorno legale attorno cui iniziare a costruire.

L’idea del codice di condotta è venuta fuori per la prima volta negli anni Novanta del Novecento; ma fino al 2002 in occasione di una riunione dei ministri degli Esteri dei paesi dell’Asia e della Cina a Phnom Penh, in Cambogia, l’idea non era decollata. Sono stati compiuti pochi progressi sul codice di condotta, mentre le tensioni si sono intensificate; solo nel 2013, Pechino ha accettato di iniziare una consultazione formale sul codice di condotta.

Le Filippine hanno affermato che spingeranno le discussioni sul codice effettivo di condotta non appena il quadro sarà ufficialmente approvato.

Tuttavia, le prospettive di raggiungere un accordo su un vero codice di condotta rimangono deboli.

Tommaso dal Passo